Charlize Theron

image

Non ho mai considerato Charlize Theron solo un ‘bel faccino’, anzi troppo spesso credo che la sua bellezza abbia avuto un ruolo negativo nella sua carriera.
Però è arrivato il momento di ammettere che non è un’ attrice fenomenale, è un’ attrice nella media, con alcune interpretazioni eccellenti ed altri ruoli meno riusciuti.
La Theron è una di quelle attrici che ha preso parte ad ogni genere di film, dalle commedie alla fantascienza senza tralasciare ovviamente i drammi, dimostrando di essere estremamente versatile.
Però ora arriva la fatidica domanda: basta ricoprire ruoli diversi tra loro per gridare al miracolo? Assolutamente no. Ma non condivido nemmeno chi la considera mediocre perché ha dimostrato di essere migliore di alcune sue colleghe; indubbiamente all’ inizio della carriera, a metà degli anni Novanta, ciò che balzava agli occhi era la sua incredibile bellezza: sia nel L’avvocato del diavolo, film che l’ha fatta conoscere al grande pubblico, sia nelle pellicole successive (Le regole della casa del sidro e La leggenda di Bagger Vance) il suo lato interpretativo passa in secondo piano (dimostra comunque di avere qualcosa in più quando interpreta la consorte tormentata di Johnny Depp in La moglie dell’ astronauta, film abbastanza enigmatico).
Successivamente prende parte a numerose pellicole (Sweet November, Amici di… letti e Italian Job tra tutti) ma i ruoli da protagonista non riescono a farle fare il salto di qualità, che avviene invece nel 2003 quando interpreta la serial killer Aileen Wuornos in Monster.
Per questo ruolo la bellissima Charlize dovette ingrassare di oltre quindici chili e imbruttirsi, questo le valse la vittoria di un Oscar (non esente comunque da numerose critiche) e l’attenzione da parte del pubblico e dei critici. Negli anni successivi però continua ad alternare alti e bassi: dimostra di avere carisma e personalità in North County (che le vale un’ altra nomination agli Oscar) e Nella valle di Elah, però allo stesso tempo prende parte a film mediocri come Aeon Fleux e al deludente Gioco di donna (film che aveva tutte le qualità per essere un’ ottima pellicola).
In definitiva secondo me la Theron deve ancora trovare la giusta dimensione e dimostrare di essere all’ altezza della fama che si è creata dopo Monster, perché una bella attrice deve essere credibile anche esaltando la sua bellezza, altrimenti alimentiamo solo i cliché maschilisti e banali.

Annunci

Autore: theblairwitch

'Il cinema non è un pezzo di vita, è un pezzo di torta.'

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...