Film da riscoprire – Gattaca (1997)

gattaca2203Gattaca, oltre ad essere ampiamente sottovalutato, è uno dei miei film di fantascienza preferiti.
Ciò che ho sempre apprezzato è l’aspetto psicologico della pellicola e l’analisi di una moderna lotta di classe, dove non abbiamo ricchi e poveri ma ‘validi’, ovvero individui geneticamente perfetti, e ‘non validi’, nati in maniera naturale e destinati a doversi accontentare di lavori umili ed essere esclusi dai vertici della società.
Ed è in questo scenario che ci troviamo di fronte a un uomo, un ottimo Ethan Hawke, geneticamente non perfetto ma disposto a tutto pur di coronare i suoi sogni.
Il film non entra troppo nello specifico dell’ aspetto scientifico e tecnico, nonostante alcuni chiari riferimenti alla genetica, ma vuole più che altro analizzare i rapporti umani e sociologici.
Infatti Gattaca affronta il tema del diverso in un’ ottica che potrebbe sembrare lontana dal nostro mondo ma l’eugenetica (perché di questo si tratta anche se in maniera estremizzata) è qualcosa di estremamente reale.
È un film che offre diversi spunti di riflessione ed è assolutamente da guardare almeno una volta.
Non ho mai apprezzato totalmente la fine, troppo buonista per i miei gusti, anche se è giusto non essere totalmente cinici e disillusi.
Oltre ad Hawke il cast comprende Uma Thurman, Jude Law e Alan Arkin, diretti in maniera davvero buona da Andrew Niccol, alla sua prima prova da regista.

‘Ci ho guadagnato di più io: non ti ho prestato che il mio corpo; tu mi hai prestato i tuoi sogni.’

Annunci